Al momento stai visualizzando Trasloco Facile: consigli per organizzare traslochi facili

Trasloco Facile: consigli per organizzare traslochi facili

Trasloco facile? Un impegnativo compito

Avete finalmente esaudito il vostro desiderio di cambiare casa con una migliore e più adatta alle vostre necessità. Il vostro nuovo appartamento vi aspetta ma, prima di voi, attende di essere arredato e per questo, dovete traslocare tutte le vostre cose dal vecchio domicilio.
Anche se non avete ancora affrontato neppure un trasloco nella vostra vita, sapete bene che è un compito molto faticoso ed articolato.

trasloco semplice
Devi fare un trasloco?

La vostra auto non vi permette di portare via granché: magari qualche quadro, valige con indumenti, oggetti personali, forse il televisore ma per il resto?
Quel che vi intimorisce è che dovete chiedere un aiuto ad almeno un paio (se non addirittura tre) dei vostri amici sapendo di rovinargli l’unico giorno che hanno di riposo come la domenica.
Inoltre, prefigurate tutto lo stress inerente all’organizzazione del trasloco e a quanto occorre per sistemare le vostre cose. Dovrete recuperare scatoloni, giornali con cui imballare gli oggetti più fragili, razionalizzare la raccolta di ogni vostro bene suddividendo quanto avete in modo intelligente e pratico, facendo attenzione a non mischiare tra loro cose di diversa natura.

E’ facile intuire che a questo basico compito di imballaggio, segue il trasporto che inizia da dove avete le cose fino al veicolo con il quale farete il trasloco e dove dovrete lasciare qualcuno di guardia mentre lo caricate facendo su e giù per le scale o con l’ascensore.

Una volta riempito il veicolo (a proposito: sapete come collocare le cose in modo da non sprecare spazio e, soprattutto, non provocare danni a quanto trasporterete?) vi dovrete mettere alla guida e sobbarcarvi traffico e risolvere il problema del parcheggio nel punto più vicino alla vostra nuova abitazione dove dovrete scaricare quanto avete stipato nel furgone.

Quali i possibili problemi? Stanchezza mentale per l’organizzazione del trasloco. Imballaggi superficiali che non sono sufficienti a creare la necessaria protezione ai vostri oggetti. Errata collocazione del carico che equivale a dire, che dovrete fare chissà quanti viaggi ancora. Dispendio di tempo e soprattutto di energie. Possibili danni ad oggetti e a cose derivanti dagli scossoni del trasporto e/o possibili urti durante il loro spostamento.

A questo breve elenco si potrebbero aggiungere altre spiacevoli conseguenze il che fa capire che un trasloco è un impegnativo compito al quale occorre sopperire con perizia, professionalità ed esperienza.

Ma quali sono i consigli per organizzare un trasloco facile?

Iniziamo dai fondamentali che riguardano l’organizzazione.

Muniti di carta, penna e calamaio incominciate a segnare tutte (ma proprio tutte!) le cose che saranno oggetto del trasloco, suddividendole in varie categorie:

  • Mobilia
  • Arredi e complementi d’arredo
  • Grandi elettrodomestici
  • Utensili da cucina
  • Vestiario
  • Oggetti personali
  • Quadri
  • Libri

(potete inserire tutte le macrocategorie che fanno al caso vostro, ovviamente!) e segnate sotto ad ogni settore, i relativi oggetti. E’ questo un sistema che, innanzitutto vi fornirà un elenco completo delle cose (che ovviamente devono essere spuntate nel momento in cui entrano nella nuova casa per verificare che avete trasportato tutto), e vi permetterà di comprendere l’entità delle cose da trasportare.

Vedi anche  Trasloco Italia Spagna
trasloco facile
Trasloco facile? Chiama Facchino.it

In caso di mobili, tenete presente che questi (tranne alcune eccezioni) devono essere smontati per poi essere nuovamente assemblati e che, se il Bricolage non è il vostro forte, è necessario l’aiuto di qualche persona capace e munita di attrezzi da lavoro adeguati.

Se dovete smontare una cucina su misura, dovrete prendere le misure della stessa per rapportarle con gli spazi esistenti nella nuova casa e, eventualmente, provvedere alla ricollocazione di cassettiere e mobili componibili, allo scopo di poterli adattare alla bisogna (è possibile che dobbiate comprare un nuovo piano di appoggio su misura). Anche in questo caso, è fondamentale l’aiuto di una persona che sappia come smontare i vari elementi e che possa assemblarli nuovamente.

L’elenco è utile anche per regolarvi di quanti contenitori abbiate bisogno. Evitate di girare supermercati e negozi alla ricerca di scatole di cartone vuote perché: 1) il più delle volte si tratta di scatole rovinate; 2) non sono concepite per contenere oggetti pesanti; 3) quanto troverete vi sarebbe comunque insufficiente. E’ preferibile acquistare dei contenitori di cartone di vari tipi (ce ne sono alcuni anche portabiti con tanto di tubo orizzontale per metterci le stampelle!) che monterete da soli tenendo presente di mettere sufficiente nastro adesivo nei punti più critici come quelli delle aperture.
Inutile sottolineare che sopra ogni contenitore deve essere scritto il contenuto, con l’obiettivo –una volta sistemati nella nuova dimora – di ordinare le cose, seguendo un certo filo logico.

Trasloco: 10 consigli per non dimenticare nulla

Per la maggior parte delle persone, il trasloco finisce per rappresentare un momento nel quale si concentrano stress e ansie. Il primo si manifesta a causa del fatto che si sta abbandonando un luogo dove si è vissuta una parte importante della propria vita; le ansie, invece, sono dovute alla possibilità che qualcosa non vada per il verso giusto nel corso del trasloco stesso.

Per assicurarsi che tutto possa procedere come sperato è importante seguire alcuni consigli in grado di ridurre i rischi e, soprattutto, utili per evitare di dimenticare delle operazioni fondamentali.

  1. Il primo aspetto da tenere in considerazione, se la decisione è stata quella di affidarsi ad una ditta di trasporti è il fatto che, per poter pianificare nel modo migliore un trasloco, è importante iniziare a chiedere dei preventivi almeno un mese prima.
  2. Nelle settimane precedenti il giorno fissato per le operazioni di trasloco stilare un inventario delle cose da trasportare, cercando di buttare (o in alternativa di vendere nei mercatini dell’usato oppure di richiedere un servizio per lo sgombero cantine o locali) quanto non rientra nella lista stessa.
  3. Valutare con attenzione la ditta per traslochi, non prendendo in considerazione sia quelle che forniscono preventivi eccessivamente convenienti, che le compagnie che richiedono cifre troppo elevate.
  4. Scegliere per il trasloco un periodo nel quale sia possibile ottenere qualche giorno di ferie, per poter controllare che tutto si svolga nelle modalità preventivate. Essere presenti permetterà di dare ulteriori indicazioni in modo che nulla possa essere dimenticato. Nel caso in cui dovesse verificarsi qualche inconveniente, essere subito a disposizione permetterà di risolvere i problemi velocemente, non allungando i tempi del trasloco.
  5. Una volta terminata la lista del punto precedente sarà possibile ordinare il materiale per l’imballaggio. Se quest’ultima operazione non verrà condotta direttamente dalla ditta dei traslochi è possibile iniziare ad inscatolare gli oggetti, per non trovarsi successivamente in ritardo sulla tabella di marcia.
  6. Valutare attentamente sia il numero che il tipo di imballaggi da utilizzare. Prevedere anche l’acquisto di fogli di pluriball, che forniranno un grado in più di protezione
  7. Procurarsi dei sacchi resistenti (del tipo usato per la spazzatura). Ne serviranno diversi in quanto, inevitabilmente, verranno prodotti diversi rifiuti. Avere dei sacchi a disposizione eviterà di accatastare gli stessi rifiuti in un angolo, per poi essere costretti a raccoglierli nuovamente, facendo un doppio lavoro inutile.
  8. Se gli scatoloni da imballaggio sono fondamentali, altrettanta importanza rivestono i fogli di giornale (in particolare le pagine dei quotidiani). Si rivelano molto utili, infatti, soprattutto quando si devono trasferire nella nuova abitazione i diversi oggetti che si trovano all’interno della cucina e della sala, compresi i numerosi soprammobili. Queste due stanze sono ricche di oggetti molto fragili; mettendoli direttamente negli scatoloni senza fornire loro qualche protezione significa sottoporli ad un rischio elevato di rottura. Avvolgere piatti e bicchieri con la carta di giornale fornirà loro una protezione ottimale.
  9. Ricordarsi di non concentrarsi solamente sul trasferimento degli oggetti. Sarà fondamentale effettuare il cambio postale dell’indirizzo (da comunicare successivamente a parenti ed amici), ma anche disdire le utenze (acqua, gas e luce). Non dimenticare eventuali abiti in lavanderia, oppure la restituzione di oggetti presi a noleggio. Nel caso in cui la nuova abitazione sia un appartamento, contattare il nuovo amministratore per farsi consegnare il regolamento.
  10. Il giorno del trasloco ricordarsi di registrare i valori mostrati dai contatori, quindi verificare che nelle stanze non sia presente più nulla.
Vedi anche  Quanto costa un trasloco a Torino?

Controllare che i trasportatori posizionino nella parte inferiore le scatole da traslochi più pesanti. Una volta che il trasloco sarà terminato, prima di procedere a svuotare gli scatoloni pulire la nuova abitazione e accertarsi che gli imballaggi siano perfettamente in ordine quando vengono consegnati.

Posizionamento facile all’interno del furgone

Cercate di essere razionali nella collocazione delle vostre cose all’interno del vano furgone. La ragione risiede nel fatto di garantire sia l’incolumità degli oggetti, sia lo sfruttamento del carico massimo.
Ovviamente mobili o parti smontate di questi devono essere sistemati in fondo posizionati in modo verticale sempre ben ancorati con cinghie o con del cordame e, subito dopo gli elettrodomestici impegnativi (lavatrice, frigorifero ect).
Inutile sottolineare il fatto che gli oggetti fragili (pensiamo ad esempio a cristalli, vetri, ceramiche ect) devono trovare spazio in una posizione intelligente dove, anche se ci fosse una brusca frenata, nessuna cosa li andrebbe ad urtare.

Se per fare un unico viaggio siete costretti a stipare le cose in modo poco sicuro per la loro integrità, è preferibile suddividere le cose su due traslochi sempre con lo scopo di tutelare le perfette condizioni delle stesse anche dopo il trasporto.
Proprio per queste ragioni non fatevi trovare impreparati e abbondate in cinghie e corde o, in alternativa anche le cinte per tapparelle, ricordandovi che non ce ne sono mai abbastanza. E’ anche il caso di dotarsi di vecchi plaid o coperte di qualsiasi tipo che vanno collocate tra i mobili per evitare che, urtando tra loro, possano rigarsi tra loro.

E se vi rivolgeste ad un vero professionista del trasloco?

Trasloco economico Il modo più facile (e meno impegnativo) per organizzare il vostro trasloco è quello di rivolgervi ad un’azienda specializzata come Facchino.It che da oltre venti anni opera in questo settore.
Lo slogan che accompagna questo team di professionisti è ‘Organizzare un trasloco dalla A alla Z’ perché ci occupiamo veramente di ogni momento del trasloco ad iniziare con un sopralluogo che ci permetta di formulare la nostra proposta di preventivo di spesa per poi proseguire – laddove richiestoci – ad un imballaggio accurato di ogni vostro bene e allo smontaggio dei mobili.

Vedi anche  Trasloco Italia Australia

Dopo la sistemazione del carico all’interno di uno dei nostri automezzi (ne abbiamo di tutti i tipi e dimensioni per rispondere alle diverse esigenze dei nostri clienti), ci preoccupiamo di effettuare il trasloco fino alla destinazione concordata e di assemblare nuovamente i mobili e gli arredi precedentemente da noi smontati con cura.

Pensare di rivolgervi a dei professionisti che possono esibire un background maturato in tanti anni di attività, non è così caro come potete supporre. La nostra filosofia è quella di garantire un ottimo servizio ad un prezzo davvero interessante che vi lascerà positivamente sorpresi.

Un team capace di soddisfare qualsiasi necessità di trasloco e trasporto sia in Italia che all’estero, dando la garanzia di una polizza assicurativa ‘All Risk’ che mette al sicuro il valore delle vostre cose più preziose.

Contattate senza impegno il nostro reparto commerciale per avere tutte le informazioni che desiderate conoscere e vi renderete conto della nostra professionalità.